Lingua, scrittura e scuola

Le tendenze dell’italiano contemporaneo e la ricerca IPRASE sui testi dell’Esame di Stato del secondo ciclo in provincia di Trento

14 marzo 2020
IPRASE – via Tartarotti 15, Rovereto
Aperto a tutti –

Interventi sui temi della scrittura a scuola e sulle tendenze dell’italiano di:  Paolo D’Achille (Università Roma Tre – Accademia della Crusca), Rita Librandi (Università di Napoli “L’orientale” – Accademia della Crusca), Carla Marello (Università di Torino – Accademia della Crusca), Carmela Camodeca (già docente SSSG, autrice e formatrice Loescher), Daniele D’Aguanno ((Università di Napoli “L’orientale”)

Presentazione del rapporto di ricerca di:  Elvira Zuin (IPRASE), Chiara Motter (PAT), Sara Tonelli (FBK), Michele Ruele (IPRASE)

Due sono i temi della giornata di studio Lingua, scrittura e scuola:

  • le tendenze dell’italiano contemporaneo
  • la ricerca IPRASE sui testi dell’Esame di Stato del secondo ciclo in provincia di Trento

Tra la scrittura scolastica e l’italiano “fuori dalla scuola” (sia parlato sia scritto, dell’uso medio, neostandard o contemporaneo) ci sono aree di sovrapposizione, di influenza e di reciproco scambio: la “norma” e le “regole” si confermano nella scuola, ma nella scuola penetra anche il dinamismo di una lingua in evoluzione. La lingua italiana e la lingua scolastica, soprattutto lo scritto, non sono solo materia per linguisti e pedagogisti, ma anche argomenti che appassionano e animano il dibattito culturale e civile.

Per indagare la scrittura scolastica e le sue relazioni con la lingua IPRASE ha promosso la ricerca Come cambia la scrittura a scuola? Ricerca longitudinale sui temi di italiano dell’esame di stato del secondo ciclo nella provincia di Trento.

Verrà contestualmente presentato il volume Come cambia la scrittura a scuola? Pubblicato da Iprase

La ricerca di IPRASE è volta a indagare i cambiamenti di tipo linguistico – se vi siano stati e quali – nella scrittura degli studenti trentini che concludono il Secondo Ciclo dell’Istruzione.

In particolare, si è partiti dall’ipotesi che nella scrittura degli studenti, anche in una situazione formale come quella dell’Esame di Stato, vi sia un’evoluzione nella direzione dell’italiano “neostandard” o “dell’uso medio” (Sabatini, 1985 – Berruto, 1987).

Lo studio prende in esame quasi 3000 elaborati svolti dagli studenti nel periodo di riferimento – gli anni tra il 2000 e il 2016 – per individuare e analizzare tratti linguistici riconducibili all’italiano neostandard, grazie agli strumenti informatici messi punto dai ricercatori di FBK e al lavoro di un team di correttori.

Ecco dunque che la Giornata di studio Lingua, scrittura e scuola è il momento per presentare i primi esiti della ricerca, anche con la presentazione del relativo volume curato da Michele Ruele ed Elvira Zuin, e per metterli i relazione con i risultati più aggiornati della linguistica odierna.

PROGRAMMA

9.00-9.15 Saluti istituzionali

Prima parte: la ricerca – conduce Rita Librandi

9.15-9.45 Introduzione – Carla Marello (Università di Torino – Accademia della Crusca) e Michele Ruele (Iprase)

9.45-10.30 Il percorso di ricerca e gli strumenti informatici – Chiara Motter (Provincia di Trento), Sara Tonelli (Fondazione Bruno Kessler)

10.30-11.15 Basi teoriche e analisi di alcuni tratti: connettivi e coesione – Elvira Zuin, Michele Ruele (Iprase)

Pausa con rinfresco

Seconda parte: lingua e scuola – conduce Carla Marello

11.45-12.15 Insegnare l’italiano scritto nelle scuole superiori: arricchimento del lessico e sviluppo della scrittura – Daniele D’Aguanno (Università di Napoli “L’Orientale”)

12.15-12.45 Scrivere ‘rigido’, scrivere ‘elastico’: modello valenziale e pratiche testuali nella Scuola Superiore – Carmela Camodeca (già docente SSSG – autrice e formatrice Loescher)

12.45-13.15 Quali modelli oggi per l’italiano scritto? – Rita Librandi (Università di Napoli “L’Orientale” – Accademia della Crusca)

13.15-13.45 La scrittura scolastica oggi tra modelli normativi e pressione del parlato (e del trasmesso) – Paolo D’Achille (Università Roma Tre – Accademia della Crusca)

13.45-14.30 Discussione e conclusioni

Allegati: