GIOCHI LOGICI 2016/2017

Anche quest’anno alcuni ragazzi del nostro Istituto si sono cimentati nelle gare di Giochi logici.

Quattro squadre, 16 ragazzi, sotto la guida esperta della prof.ssa Elisa Tasso, hanno partecipato agli allenamenti della prof.ssa Chiara Molinari, presso il Liceo scientifico Galileo Galilei e a scuola, per prepararsi alla selezione provinciale di gennaio.

Tre squadre si sono classificate per le finali del 1 aprile a Modena: I Bravip (Valentina Valle, Pietro Fontana, Andrea Rigolon, Lorenzo Sturnega di 3B) giunti terzi alle provinciali, gli Enigmisti (Giulia Ferrari e Mariachiara Odorizzi di 3E, Matteo Ferrari e Davide Toniatti di 3C)  giunti sesti e gli Estintori (Giulia Liguori e Serena Raffaelli di 2E, Matteo Bastoncino di 3E, Francesco DeFranceschi di 3C)

Il primo aprile quindi, partite alla volta di Modena alle 6.30,  le squadre hanno affrontato, in una palestra gremita di partecipanti giunti da tutta Italia, la selezione finale dei Giochi logici 2016/2017… dopo 90 minuti intensi di concentrazione e collaborazione i Bravip hanno raggiunto il podio classificandosi primi su 76 squadre e superando i temibili avversari del Primiero! Ben piazzati anche gli enigmisti giunti tredicesimi!!

giochi_logici2

giochi_logici1

Campionati mondiali di robotica 2016

Anche quest’anno i nostri ragazzi della SSPG “Bronzetti-Segantini” hanno vinto al campionato nazionale di Bari e quindi hanno partecipato al campionato mondiale di robotica che si è svolto negli scorsi giorni a Lipsia in Germania.

Per visualizzare l’articolo completo con le foto cliccare qui.

 

Campionati mondiali di Robotica

 

icon Campionati mondiali di robotica

 

A seguito della partecipazione dei ragazzi trentini ai Campionati mondiali di robotica in Cina, nel luglio 2015, i giornalisti della trasmissione Report / RAI 3 hanno realizzato un’intervista alla quale hanno partecipato anche gli alunni della nostra Scuola secondaria di primo grado “Bronzetti-Segantini”.

La puntata è andata in onda domenica 25 ottobre 2015; per poter visionare il servizio cliccare qui.

OFFERTA FORMATIVA

 Indicazioni riguardanti l’offerta formativa degli Istituti superiori e della Formazione Professionale. 

  icon Quadro orario LICEI  
  icon Quadro orario IST. TECNICI 
  icon Quadro orario IST. PROFESSIONALI  
  icon Figure professionali della Formazione Professionale  
  icon Quadro orario della Formazione Professionale 
  icon Quadro percorsi della Formazione Professionale

GIORNALINO SCOLASTICO

La costruzione di un giornale rappresenta una delle attività più avvincenti per i ragazzi e allo stesso tempo una delle più ricche di potenzialità formative. Attraverso la redazione di un giornalino si vuole rendere i ragazzi protagonisti di un’attività motivante e finalizzata alla comunicazione, in cui l’atto dello scrivere viene ad assumere un reale significato comunicativo.

Inoltre il giornalino scolastico è un’importante occasione di educazione sociale, sia per i contenuti stessi di cui si viene a parlare sia per l’attività in sé. Una redazione scolastica ha per se stessa una natura “sociale”, non solo perché il prodotto è destinato ad essere letto da altri, ma anche per le caratteristiche proprie del lavoro da svolgere: per arrivare ad un prodotto finito è necessaria la collaborazione di molti.

Il giornalino scolastico può essere concepito come attività interna di una classe o come espressione del lavoro comune di diverse classi. In entrambi i casi sarà necessaria un’organizzazione del lavoro di redazione svolto a turno da gruppi differenti.

Lo sviluppo di Internet e la diffusione delle connessioni alla rete delle reti ci spinge a sperimentare, oltre al giornale cartaceo, la costruzione di giornalini scolastici fruibili direttamente on line. La nuova realtà elettronica, infatti, richiede di entrare in relazione con i propri potenziali lettori in maniera più immediata e diretta di quella che permette la più solida e sperimentata realtà cartacea.

Tutto ciò che viene inserito in questo spazio è solo un prodotto didattico.
Non è un giornale né un prodotto editoriale, perciò non è sottoposto alla disciplina
di cui all’art. 1, comma 3°, legge n. 62/2001
(legge sull’editoria).